Prima avventura giocata presso i padroni di casa di Evasion Escape Room; veniamo accolti dallo staff, Valentino, che fa gli onori di casa, e Vanessa, che sarà la nostra Master sia in questo episodio che nel capitolo successivo, Hell in the Cell.

Veniamo introdotti nella Stanza e da lì veniamo investiti dalla magia; infatti, la particolarità della room è il fatto che non sia presente alcun tipo di lucchetto all’interno, né da aprire con una chiave né con una combinazione. La “camera” si anima e prende vita grazie all’automatismo.

Per noi è la prima volta che ci confrontiamo con una stanza completamente automatica; generalmente avevamo avuto modo di provare al massimo stanze miste, ma mai appartenenti completamente alla seconda generazione. In fondo il lucchetto è sempre stato un punto di appoggio, un’ancora di sicurezza, ti dà una certezza più immediata sulla correttezza del codice. L’automatismo, invece, è un poco più subdolo, perché richiede estrema precisione nell’esecuzione della soluzione, che sia allineare, posizionare, disporre nella giusta sequenza oggetti, compiere precisi movimenti.

Nonostante tutto devo ammettere che ce la siamo cavata abbastanza bene (usciti con 9 minuti di anticipo sul tempo) e, malgrado mancasse quella solita nota familiare in stile old style, ci siamo divertiti comunque; vuoi perché il tema della stanza è molto giocoso, sia come tipo di enigmi sia come scenografia, vuoi perché il livello di difficoltà è medio, perciò la rende adattissima anche a maghetti più giovani o alle prese con le prime escape room, soprattutto di questo genere.

Ci è talmente piaciuta, sia come concezione sia anche perché abbiamo trovato uno staff simpatico e cordiale, che abbiamo voluto provarne subito un’altra, cambiando però decisamente stile e livello di difficoltà. Ma di questo parlerò in un altro articolo.

difficolta'

Il livello fornito da Evasion Escape Room e’ di 3 su 5.

Trama

Un capitolo magico di cui voi sarete i protagonisti. La lettera tanto attesa vi è stata recapitata, è un giorno speciale per voi: il biglietto di sola andata per la Wizard Academy è finalmente nelle vostre mani! 

Ben presto però il vostro entusiasmo viene spezzato… dopo il breve viaggio in treno verso il Castello di Alnwick, tra i corridoi si vocifera che il Signore Oscuro sia resuscitato. Non c’è più tempo da perdere! Il varco dei segreti va immediatamente riaperto prima del ritorno di Tu-Sai-Chi!

Persone

da 2 a 5 maghetti

automazione

Si

Genere

Fantasy, Magia

Game master